ULTRASUONITERAPIA

ULTRASUONITERAPIA

ULTRASOUND

Ultrasound è un’unità programmabile di controllo per trasduttori ultrasonici con frequenza da 1 a 3 MHz. L’apparecchiatura è destinata ad un uso temporaneo, per trattamenti terapeutici fisioterapici per mezzo di generatori di onde ultrasoniche.

Gli ultrasuoni si differenziano da altre apparecchiature usate nel campo medico per i meccanismi d’azione consistenti principalmente in:

– effetto diatermico
– effetto di pulsazione cellulare

L’irradiazione ultrasonora determina massaggio di notevole intensità, che per mezzo delle oscillazioni penetra fin nel profondo dei tessuti.
Questo massaggio, a parte la rapidità del movimento è più intenso di un normale massaggio manuale o strumentale, sia perché possiede concentrazioni di forze diverse, sia perché a causa della frequenza, i fenomeni di pressione e di trazione con conseguenti fenomeni di contrazioni e dilatazioni avvengono nell’intima compagine dei tessuti e sono separati da intervalli brevissimi, mentre nel massaggio ordinario è il tessuto nella sua massa che viene spostato.
Essendo l’ultrasuono costituito da energia meccanica, necessita di un mezzo conduttore non aeriforme per trasmettersi, l’acqua ed i liquidi sono dei trasmettitori ideali di ultrasuono, e ciò spiega e giustifica la possibilità di penetrazione ultrasonica nel corpo umano.
Nei trattamenti non in acqua, si usa interporre con una certa abbondanza fra la testa emittente e la superficie del corpo da irradiare un veicolo conduttore denominato GEL.
In linea subordinata, l’irradiazione ultrasonora genera una diatermia locale, in quanto parte dell’energia impiegata, al passaggio attraverso i tessuti, per legge fisica si trasforma in calore. La generazione di una diatermia locale nel trattamento ultrasonico non è però immediata. La comparsa del fenomeno termico e soprattutto la sua percezione da parte del paziente assumono per questo particolare di non immediatezza, una grande importanza nei riguardi del concetto “dose” durante il trattamento, che viene fatto mediante un massaggio circolare su successivi tratti delimitati.

L’apparecchiatura Ultrasound è realizzata con le tecnologie elettroniche più avanzate e presenta un display grafico (formato 5”) ad alta luminosità con contrasto regolabile. Il controllo delle unità avviene tramite encoder e tasti.
Le unità oltre ad essere fornite con un numero di protocolli memorizzati, danno la possibilità di memorizzare dei programmi (fino a 240), la memorizzazione dei programmi è possibile sull’apparato stesso.

Alle unità possono essere collegati dei manipoli trasduttori (opzionali) con frequenze e dimensioni differenti, in modo da poter scegliere quello con caratteristiche più idonee al trattamento da eseguire. Può essere collegato anche un manipolo multifrequenza ed attivare il controllo del contatto, che interrompe l’erogazione di ultrasuoni in caso di mancato o errato contatto tra testa di trattamento e paziente. Il sistema di controllo può essere liberamente attivato o disattivato dall’operatore.

 

ULTRASOUND COMBI

Ultrasound Combi è un’unità programmabile per terapia ad ultrasuoni (con frequenza da 1 a 3 MHz) ed elettroterapia (generatore di correnti terapeutiche, per uso a breve termine, adatto a trattamenti riabilitativi di stimolazione elettrica transcutanea nervosa, neuromuscolare e muscolare) e terapia combinata.

Gli ultrasuoni si differenziano da altre apparecchiature usate nel campo medico per i meccanismi d’azione consistenti principalmente in:

– effetto diatermico
– effetto di pulsazione cellulare

L’irradiazione ultrasonora determina massaggio di notevole intensità, che per mezzo delle oscillazioni penetra fin nel profondo dei tessuti. Questo massaggio, a parte la rapidità del movimento è più intenso di un normale massaggio manuale o strumentale, sia perché possiede concentrazioni di forze diverse, sia perché a causa della frequenza, i fenomeni di pressione e di trazione con conseguenti fenomeni di contrazioni e dilatazioni avvengono nell’intima compagine dei tessuti e sono separati da intervalli brevissimi, mentre nel massaggio ordinario è il tessuto nella sua massa che viene spostato. Essendo l’ultrasuono costituito da energia meccanica, necessita di un mezzo conduttore non aeriforme per trasmettersi, l’acqua ed i liquidi sono dei trasmettitori ideali di ultrasuono, e ciò spiega e giustifica la possibilità di penetrazione ultrasonica nel corpo umano. Nei trattamenti non in acqua, si usa interporre con una certa abbondanza fra la testa emittente e la superficie del corpo da irradiare un veicolo conduttore denominato GEL. In linea subordinata, l’irradiazione ultrasonora genera una diatermia locale, in quanto parte dell’energia impiegata, al passaggio attraverso i tessuti, per legge fisica si trasforma in calore. La generazione di una diatermia locale nel trattamento ultrasonico non è però immediata. La comparsa del fenomeno termico e soprattutto la sua percezione da parte del paziente assumono per questo particolare di non immediatezza, una grande importanza nei riguardi del concetto “dose” durante il trattamento, che viene fatto mediante un massaggio circolare su successivi tratti delimitati.

Al Ultrasound Combi possono essere collegati dei manipoli trasduttori (opzionali) con frequenze differenti, in modo da poter scegliere quello con caratteristiche per frequenza più idonee al trattamento da eseguire. Può essere collegato anche un manipolo multifrequenza ed attivare il controllo del contatto, che interrompe l’erogazione di ultrasuoni in caso di mancato o errato contatto tra testa di trattamento e paziente. Il sistema di controllo può essere liberamente attivato o disattivato dall’operatore.

I diversi tipi di corrente erogabili dall’apparecchiatura Ultrasound Combi permettono la terapia di sindromi dolorose o turbe circolatorie come pure il trattamento tonificante o ipertrofizzante della ginnastica passiva o la riabilitazione di tessuti muscolari normoinnervati e/o denervati. La presenza di correnti diadinamiche assicura il successo del trattamento di condizioni infiammatorie dolorose di muscoli, articolazioni e nervi periferici e nelle medicina sportiva per la rapida risoluzione di traumi ed ematomi. L’ampia gamma di correnti faradiche presenti permette la stimolazione in tutti i trattamenti di muscoli normoinnervati.
La disponibilità di corrente continua, che può essere erogata singolarmente od in miscelazione con le correnti diadinamiche, faradiche ed impulsive, rende l’apparecchiatura utilizzabile per la galvanizzazione, il bagno galvanico e la somministrazione ionoforetica medicamentosa. La disponibilità di correnti bipolari permette l’utilizzo dell’apparecchiatura per la stimolazione muscolare tonificante e riabilitante con il vantaggio, nell’utilizzo di queste tipologie di correnti, nella migliore accettabilità della stimolazione sensoriale dovuta a minore percezione delle correnti erogate e nell’eliminazione completa di effetti elettrolitici indesiderati, grazie alla bipolarità simmetrica delle onde stimolanti e pertanto assenza di possibilità di scottature di natura chimica o altri inconvenienti associati all’azione elettrolitica della stimolazione monopolare. La varietà di correnti TENS presenti permette l’utilizzo per tutti i trattamenti antalgici.
L’apparecchiatura Ultrasound Combi è realizzata con le tecnologie elettroniche più avanzate e presenta un display grafico (formato 5”) ad alta luminosità con contrasto regolabile. Il controllo dell’unità avviene tramite encoder e tasti. L’unità oltre ad essere fornita con un numero di protocolli memorizzati, da la possibilità di memorizzare dei programmi (fino a 240), la memorizzazione dei programmi è possibile sull’apparato stesso.

 

RICHIESTA INFORMAZIONI







Facebook Twitter Google+ Linkedin Altro 
captcha


Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0